Francia: la rivoluzione non è il potere, è la trasformazione del potere.

Timeline created by giulia.cavazza
In History
  • RIVOLUZIONE DI FEBBRAIO

    RIVOLUZIONE DI FEBBRAIO
    Nel corso degli anni la monarchia di Filippo d'Orleans(1830-1848), aveva sempre più acuito il suo carattere antioperaio e antidemocratico; ciò era avvenuto malgrado la politica di compromesso attuata dal ministro Guizot. L'opposizione delle masse piccolo - borghesi e operaie si muoveva rivendicando una riforma elettorale a suffragio universale. Quando, il 22/02/1848, il governo proibì una manifestazione per la riforma elettorale, il popolo parigino insorse e proclamo la SECONDA REPUBBLICA.
  • Quando Parigi ha il raffreddore, starnutisce tutta l'Europa.

    Quando Parigi ha il raffreddore, starnutisce tutta l'Europa.
    La notizia dell'insurrezione di Parigi diede il via ad una serie di rivolte in tutta Europa tutte infine represse e quindi fallite.Il 13/03/1848 scoppiò una protesta a Vienna per ottenere la Costituzione. Il giorno dopo vi fu una rivoluzione a Berlino a scopo di ottenere l'unità della Germania e una Costituzione. Il giorno dopo ancora, scoppiò una rivolta Budapest che era mirata all''indipendenza dell'Ungheria. L'ultima rivolta 19/03 fu a Praga, per ottenere l'indipendenza dall'Impero asburgico.
  • ELEZIONI A SUFFRAGIO UNIVERSALE (MASCHILE)

    ELEZIONI A SUFFRAGIO UNIVERSALE (MASCHILE)
    Il 23/04 si tennero le elezioni a suffragio universale maschile e vinsero nettamente i MODERATI. Il nuovo governo, attraverso un decreto, cancellò gli ATELIERS NATIONAUX e obbligò tutti gli operai al disotto dei 25 anni alla leva militare. A questo punto, tutti gli operai e i disoccupati, di fronte alla scelta tra la deportazione e la fame, decisero di insorgere.
  • RIVOLUZIONE DI GIUGNO

    RIVOLUZIONE DI GIUGNO
    L'insurrezione durò 4 giorni, durante i quali lo scontro tra borghesia e proletariato divenne aperto e violento. La repressione guidata dal generale Cavaignac fu sanguinosa e la vittoria dei moderati fu totale.
  • ELEZIONE DI LUIGI NAPOLEONE BONAPARTE

    ELEZIONE DI LUIGI NAPOLEONE BONAPARTE
    Venne eletto presidente Carlo Luigi Napoleone Bonaparte, nipote di Napoleone, che ottenne oltre 5 milioni di preferenze.
    Luigi Bonaparte, in pochi anni trasformò il governo repubblicano in una DITTATURA PERSONALE e fece approvare, nel 1851 una nuova Costituzione, che gli conferiva la PRESIDENZA DECENNALE. Infine, nel 1852,si fece proclamare IMPERATORE dai francesi.
  • SECONDO IMPERO FRANCESE

    SECONDO IMPERO FRANCESE
    Il SECONDO IMPERO FRANCESE venne fondato da Napoleone III nel 1852, basato su un nuovo governo, il BONAPARTISMO, caratterizzato dalla ricerca del consenso e dall'autoritarismo. Per ottenere il consenso popolare Napoleone III sostenne il decollo industriale e favorì la costruzione di grandi opere pubbliche, come il Canale di Suez, che permise di raggiungere l'Asia senza circumnavigare l'Africa.
  • GUERRA DI CRIMEA

    GUERRA DI CRIMEA
    Cavour decise di intervenire in Crimea a fianco di Francia e Inghilterra, in difesa della Turchia contro le mire espansionistiche turche. La guerra fu vinta e Cavour sfruttò il Congresso di pace a Prigionare nel '56 per chiedere non nuovi territori ma un'attenzione europea sulla necessità di un'Italia unita ed indipendente dall'Austria.
  • CONGRESSO DI PACE

    CONGRESSO DI PACE
    Dopo la guerra di Crimea, venne tenuto il Congresso di Pace a Parigi dedicato al problema dell'indipendenza italiana. A partire dal Congresso di Parigi, tra Cavour e Napoleone III si stabilì una progressiva intesa, anche perché Cavour sapeva che per fare l'Italia bisognava trovare alleati in Europa e fece di tutto per conquistare l'alleanza della Francia e del suo imperatore, Napoleone III.
  • ACCORDO DI PLOMBIERES

    ACCORDO DI PLOMBIERES
    Dopo un attentato da parte di un italiano a Napoleone III, Cavour convinse quest'ultimo ad allearsi con lui. Così nel luglio del 1858 i due si incontrarono a Plombières dove strinsero 2 accordi: la FRANCIA sarebbe intervenuta con il suo esercito a fianco del Regno di Sardegna, ma solo in caso di aggressione da parte dell'Austria, L'ITALIA si sarebbe dovuta dividere in 3 parti e costituire un sistema di STATI CONFEDERATI, come ricompensa per l'aiuto, la FRANCIA avrebbe ottenuto Nizza e la Savoia.
  • SECONDA GUERRA D'INDIPENDENZA

    SECONDA GUERRA D'INDIPENDENZA
    In seguito agli accordi con la Francia Cavour provocò in ogni modo l’Austria ma ad avere effetto sull’Imperatore Francesco Ferdinando fu il continuo spostamento delle truppe piemontesi a ridosso dei confini austriaci, che generò il 23 Aprile 1859, un ultimatum inviato a Re Vittorio Emanuele il quale provocatoriamente fece scadere i termini per l’accettazione, e spinse pertanto gli Austriaci a invadere il territorio piemontese attivando così inconsciamente il Trattato di Plombières.
  • L'ARMISTIZIO DI VILLAFRANCA

    L'ARMISTIZIO DI VILLAFRANCA
    La situazione italiana preoccupò a tal punto Napoleone III da spingerlo ad una precoce chiusura della guerra contro l'Austria, con la quale si affrettò a firmare l'armistizio di Villafranca. L'armistizio discusso all'insaputa dei Piemontesi, prevedeva che l'Austria cedesse la Lombardia a Napoleone che a sua volta la consegnava al Piemonte; il Veneto restava all'Austria ; la Francia, infine, rinunciava a Nizza e la Savoia.
  • GUERRA FRANCO-PRUSSIANA

    GUERRA FRANCO-PRUSSIANA
    La guerra franco-prussiana, fu un conflitto tra il secondo impero francese e gli stati tedeschi della Confederazione della Germania del Nord guidati dal Regno di Prussia. Il conflitto è stato causato dalle ambizioni dei prussiani di estendere l'unificazione tedesca e dalla paure della Francia del cambiamento nell'equilibrio di potere europeo che risulterebbe se i prussiani riuscissero nel loro intento. Napoleone III dichiarò guerra all'Austria ma l'esercito francese venne annientato a Sedan.
  • TERZA REPUBBLICA

    TERZA REPUBBLICA
    Due giorni dopo la definitiva sconfitta della Francia a Sedan,i parigini insorsero e proclamarono la repubblica, LA TERZA REPUBBLICA. Il governo repubblicano tentò di continuare la guerra contro la Prussia, ma nel gennaio del 1871 dovette definitivamente arrendersi e firmare a Francoforte la PACE.
  • ELEZIONE DI ADOLPHE THIERS

    ELEZIONE DI ADOLPHE THIERS
    Nella Terza Repubblica francese, nata dopo il crollo dell'Impero di Napoleone III, si svolsero le elezioni politiche. La vittoria andò alle forze moderate e la guida del governo venne affidata ad Adolphe Thiers. Il primo compito del governo fu quello di stipulare la pace con la Germania: la Francia fu costretta a cedere alla Germania le regioni dell'Alsazia e della Lorena, a pagare ingenti danni di guerra e ad accettare la presenza sul suo territorio di un contingente militare tedesco.
  • INCORONAZIONE DI GUGLIELMO I

    INCORONAZIONE DI GUGLIELMO I
    Nella Sala degli Specchi della reggia di Versailles, simbolo della grandezza francese, Guglielmo I venne incoronato imperatore di Germania, sancendo ulteriormente la sconfitta della Francia.
  • COMUNE DI PARIGI

    COMUNE DI PARIGI
    Dopo l'insurrezione dei parigini, avvenuta il 18/03/1871, gli insorti indissero le elezioni per formare un Consiglio comunale sovrano, così con la vittoria sul fronte rivoluzionario nacque la COMUNE DI PARIGI, che nonostante durò solo 2 mesi, furono introdotte innovazioni importanti, ad esempio eliminò l'esercito permanente e armò i cittadini e stabilì l'istruzione laica e gratuita,. Ovviamente per la borghesia francese, gli aristocratici e i proprietari terrieri la COMUNE era un problema.
  • LA SETTIMANA DI SANGUE

    LA SETTIMANA DI SANGUE
    L'opera della Comune fu interrotta dalla reazione del Governo. l'esercito comandato da Mac-Mahon pose fine all'esperienza della Comune entrando a Parigi il 21 maggio e reprimendo ogni focolaio fucilando e massacrando senza pietà.
    La repressione sanguinosa, non poté impedire che la Comune di Parigi si trasformasse in un mito, in quanto realizzò almeno per un momento, una forma di DEMOCRAZIA DIRETTA, il sogno dei rivoluzionari di tutti i tempi.