linea del tempo da vespaiano a commodo

Timeline created by Martinafilippelli
In History
  • Period:
    68
    to
    69

    69 d.c l'anno dei quattro imperatori

    quest'anno corrisponde all'interno della storia romana, dove regnano 4 diversi imperatori:Galba, successore di Nerone,Otone,che entrò a gennaio,vitellio, e Vespasiano che tenne la carica per 10 anni.
    Con l'affermazione dell'ultimo imperatore,Vespasiano,si c oncludeva "l'anno dei 4 imperator" e aveva inizio la dinastia dei flavi.
  • Period:
    69
    to
    79

    Vespasiano e la sua legge

    vespasiano fu il primo principe a non avere origini dall'aristocrazia,ma dalla classe dei cavalieri.
    proprio a lui si deve la promulgazione di una legge che definirà meglio le sue competenze.
    Essa è detta :"lex de imperio Vespasiani" e riguarda la definizione del potere e delle prerogative di Vespasiano
  • Period:
    69
    to
    79

    Vespasiano:la legittimazione del potere imperiale

    Vespasiano aveva il diritto di concludere trattati internazionali,intervenire nelle elezioni e non essere vincolato da leggi o plebesciti.
    Successivamente promosse una politica di moderazione finanziaria,segnale di un grande mutamento politico,e dell'inizio di varie guerre e scontri,come quella con gli ebrei,che permise però di risanare il bilancio e di avviare lavori pubblici.
    Vespasiano infine mori' di morte naturale,ma prima di morire designò come successori i figli Tito e Domiziano.
  • Period:
    79
    to
    81

    Tito:la parabola dei Flavi

    Prima di salire al trono Tito fu un abile e stimato generle che si distinte per la repressione della ribellione in Giudea.
    Quando sali al potere rimase per un breve periodo,perchè venne colpito da una catastrofe:l'eruzione del Vesuvio.
    il suo regno però fu ben giudicato per l'atteggiamento moderato del principe nei confronti del senato.
  • Period:
    81
    to
    96

    Domiziano:la parabola dei Flavi

    del tutto diversa era la sorte del fratello Domiziano che si presentò al regno con autorità e crudeltà.
    Esso determinò una serie di processi e persecuzioni contro l'aristocrazia, e curò in modo scrupoloso l'addestramento dell'esercito e condusse spedizioni militari.
    inoltre consolidò le conquiste romane in britannia e cercò di sottomettere la Dacia.
    Molte congiure e ribellioni vennero bloccate,l'imeratore rimase vittima di un'ultima congiura ordta dai pretoriani.
    Damnatio memoriae
  • Period:
    96
    to
    98

    Nerva:una nuova gestione del comando

    Cocceio Nerva un autorevole e anziano senatore, quando venne eletto riusci a comprendere le esigenze di provvedere a una successione non traumatica ed essendo conscio dell'appoggio dell'esecito, si affidò al più prestigioso genrale dell'epoca,Ulpio Traiano.
    Nerva utilizzò il sistema dell'adozione che successivamente verrà utilizzato da raticamente tutti gli imperatori.
  • Period:
    98
    to
    117

    Traiano: la grande espansione di Roma

    Traiano fu il primo imperatoe di origine non italica.
    Esso fu un'abile generale:riprese la guerra contro i daci e riusci a sottomettere tutta la regione oltre il Danubio(provincia di Dacia).
    Successivamente,in Oriente, sconfisse i Parti e arrivò fino al golfo persico, raggiungendo cosi la sua massima estensione.
    Traiano riorganizzò anche la burocrazia e promulgò leggi a favore della piccola proprietà contadina e fondò una sorta di cassa di risparmio popolare.
    nel 117 d,c morì.
  • Period:
    117
    to
    138

    Adriano:imperatore intellettuale e filo greco

    Adriano,nipote di Traiano, per frenare le enormi spese decide di abbandonare le politiche mesopotamiche e rinuncia a nuove avventure militari.
    Il suo regno fu orientato sopprattutto verso il consolidamento dei confini.(es.Britannia)
    si impegnò anche nell'organizzazione statale,anche reclutando nuovi funzionari.
    migliorò il sistema di educazione e fece varare una serie di leggi.
    Dopo la "rinascita di atene" fondò nuove città(adrianopoli)
  • Period:
    138
    to
    161

    Antonino pio

    Antonino pio, un nobile nativo delle Gallie avviò la dinastia degli Antonini.
    proseguì la politica di consilidamento della pax Romana, evitando cosi che lo stato si impegnasse in costose operazioni militari.
    Come successori Antonino aveva i due fratelli,marco Aurelio e Lucio Vero che alla morte di Antonino presero il potere insieme
  • Period:
    161
    to
    180

    marco Aurelio

    un'uomo di grande cultura, seguace della filosofia storica.
    il regno di Aurelio si distinse perchè dovette fronteggiare il contemporaneo assalto dei Germani e dei Parti.
    nel 165 si diffuse un'epidemia di vaiolo che dilagò in tutto l'impero e lo mandò in crisi.
    Aurelio assunse cosi il comando dell'esercito e dovette combattere per molti anni tra mille difficoltà.
    i Germani infine si ribellarono e poco dopo lui morì di peste(180 d.c)
    -iniziò la crisi dello stato romano
  • Period:
    180
    to
    192

    Commodo

    il successore di Marco aurelio fu proprio il figlio diciannovenne,Commodo.
    Esso adottò atteggiamenti autocratici e cercò di ottenere il favore del popolo,facendosi però disprezzare dal senato che si diffuse anche nell'esercito.
    ignorò i problemi economici e sperperò le risorse fiscali con feste e spettacoli.
    nel 192d.c,dopo vari processi cadde vittima di una congiura.