linea del tempo

Timeline created by vittoriavaccaro.24@gmail.com
In History
  • Period:
    69
    to
    79

    vespasiano

    è stato un imperatore romano, che governò fra il 69 e il 79 con il nome di Cesare Vespasiano Augusto Fondatore della dinastia flavia, nono Imperatore, fu il quarto a salire al trono nel 69, ponendo fine a un periodo d'instabilità. promosse una politica di moderazione finanziaria e conquistò Gerusalemme, dopo la sua morte proclamò come suoi successori i figli Tito e Domiziano.
  • Period:
    79
    to
    81

    Tito

    fu il decimo imperatore romano.
    Prima di salire al trono, fu un abile e stimato generale che si distinse per la repressione della ribellione in Giudea, durante la quale venne distrutto il secondo tempio di Gerusalemme. È noto per il suo programma di opere pubbliche a Roma e per la sua generosità nel soccorrere la popolazione in seguito a due eventi disastrosi: l'eruzione del Vesuvio e l'incendio di Roma.
    Per la sua generosità e per il sostanziale accordo con il Senato
  • Period:
    81
    to
    96

    Domiziano

    fu un buon amministratore e bravo generale. Rafforzò la burocrazia imperiale affidando importanti incarichi a esponenti dell'ordine equestre e riducendo l'importanza dei liberti. Rinvigorì l'economia coniando monete e concesse ai soldati il primo aumento di stipendio dai tempi di Augusto. si dimostrò attento alla situazione produttiva dell'Impero e in particolare dell'Italia
  • Period:
    96
    to
    96

    principato per adozione

    i congiurati stessi dopo che uccisero Domiziano, si accordarono con il senato stesso per eleggere Nerva
  • Period:
    96
    to
    98

    Nerva

    Durante il suo regno smosse un grande cambiamento: il "principato adottivo" stabiliva che l'imperatore in carica dovesse decidere il suo successore all'interno del Senato, Inoltre, i senatori cominciavano a provenire anche dalle province, rinnovando così l'antico e oligarchico senato romano. Nerva e Traiano inoltre furono abili nei confronti delle altre classi, annunciando che il successore poteva essere scelto anche tra la plebe.
  • Period:
    98
    to
    117

    Traiano

    Traiano nacque in provincia, provenendo da una colonia di Italici denominata Italica, venne adottato da Nerva, Egli era divenuto un importante generale durante il regno dell'imperatore Domiziano, i cui ultimi anni furono segnati da persecuzioni ed esecuzioni di senatori romani.
    Quando Nerva salì al trono, si dimostrò subito impopolare con l'esercito, l'opposizione della guardia pretoriana ne aveva ormai indebolito il potere, Quando Nerva morì lasciò a Traiano l'impero,
  • Period:
    117
    to
    126

    Adriano

    fu un buon imperatore, colto e appassionato ammiratore della cultura greca, viaggiò per tutto l'impero e valorizzò le province. Fu attento a migliorare le condizioni dei militari. Costruì un vallo fortificato, Il suo governo fu caratterizzato da tolleranza, efficienza e splendore delle arti e della filosofia. L'imperatore lasciò un segno anche a Roma, con l'edificazione del Mausoleo, la Mole Adriana, e con la ricostruzione del Pantheon, distrutto da un incendio.
  • Period:
    138
    to
    161

    Antonio Pio

    Imperatore saggio, provava forti sentimenti di amore nei confronti del padre adottivo che fece divinizzare. Il suo regno fu caratterizzato da un'epoca di pace interna e di floridezza economica. L'unico fronte in movimento fu quello in Britannia, che però poi fu abbandonato. Mantenne sempre un atteggiamento deferente verso il senato, amministrò saggiamente l'impero evitando sperperi. In questo periodo l'impero ottenne il pieno consenso delle èlite cittadine e delle province
  • Period:
    161
    to
    180

    Marco Aurelio

    Marco Aurelio fu imperatore sino alla sua morte, avvenuta per malattia. Mantenne sempre la coreggenza dell'impero assieme a Lucio Vero, suo fratello adottivo nonché suo genero, anch'egli adottato da Antonino Pio. È considerato dalla storiografia tradizionale come un sovrano illuminato, il quinto dei cosiddetti "buoni imperatori".
    Il suo regno fu tuttavia funestato da conflitti bellici da carestie e pestilenze
  • Period:
    180
    to
    192

    Commodo

    Commodo esercitò un'ampia tolleranza religiosa, ponendo fine alle persecuzioni contro i cristiani dopo alcuni anni dall'ascesa al trono, le quali ricominciarono dopo la sua morte. Egli stesso praticò culti orientali e stranieri, diede un nuovo impulso alle arti, che si svilupparono rispetto all'arte dei primi Antonini. Durante il suo regno egli eresse vari monumenti celebranti le imprese del padre Marco Aurelio.